Fiorenzo Galli

17/05/2018

CITTADINANZA SOSTENIBILE – Fallimento e nuove frontiere della civiltà occidentale

Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, sarà a Fabrica per una conferenza aperta al pubblico dal titolo “CITTADINANZA SOSTENIBILE – Fallimento e nuove frontiere della civiltà occidentale”.

A causa della rapida e impressionante crescita della popolazione umana sul nostro pianeta, dobbiamo riconoscere che il futuro non è più quello che era. Secondo le stime delle Nazioni Unite, nonostante un rallentamento della crescita rispetto alle recenti tendenze, la popolazione mondiale raggiungerà 8,5 miliardi nel 2030, 9,7 miliardi nel 2050 e 11,2 miliardi nel 2100. Dobbiamo anche considerare che il fenomeno non è omogeneo e che è fortemente legato a una sovrappopolazione che spesso riguarda aree di estrema povertà. In Africa, la popolazione potrebbe aumentare del 270% entro la fine del secolo. Questa situazione ha dato origine al fenomeno delle migrazioni di massa, che sarà una caratteristica strutturale di questo secolo.

Il pensiero va immediatamente al fatto che il 20% della popolazione umana consuma l’80% delle risorse globali, mentre i paesi che subiscono una grande pressione demografica vivono in condizioni di sottosviluppo (2,6 miliardi di esseri umani usano biomasse per cucinare e riscaldarsi, e tra questi 1,3 miliardi di individui non hanno accesso all’elettricità).
Nonostante gran parte dell’umanità viva in condizioni di povertà, nel 2017 Earth Overshoot Day (il giorno in cui il pianeta finisce il suo bilancio ecologico per l’anno in corso) è stato calcolato essere il 2 agosto (era il 18 dicembre nel 1987).

Lo stile di vita occidentale è quindi da considerarsi fallimentare.

Come intendiamo affrontare la questione delle risorse? Le ricerche scientifiche e le applicazioni tecnologiche propongono soluzioni efficaci e in un lasso di tempo adeguato?
Le opportunità offerte dalle tecnologie di comunicazione digitale e dall’industria 4.0 sono straordinarie: crescente quantità di dati, aumento delle velocità di flusso, più potenza di calcolo e applicazioni dedicate, repositori condivisi di conoscenza, apparati e reti di comunicazione. Il pianeta oggi raddoppia la sua conoscenza ogni 2-3 anni (questo accadeva ogni 100 anni prima dell’inizio del secolo scorso). Una rivoluzione all’interno della rivoluzione, che sta cambiando le dinamiche sociali delle comunità (dove gli utenti sono diventati produttori), ma anche i settori della comunicazione, della produzione energetica e così via.

Ma anche con l’aiuto delle nuove tecnologie non saremo in grado di sostenere gli stili di vita consumistici che caratterizzano le società occidentali. Dobbiamo considerare, sia per motivi di necessità che di solidarietà, la necessità urgente di sviluppare un nuovo schema di organizzazione sociale.
Esistono già esempi che combinano con successo innovazioni tecnologiche e adeguati modelli di innovazione sociale che devono lavorare per ridurre il consumo delle risorse mantenendo una buona qualità di vita. Dobbiamo costruire una società collaborativa e non egoista, inclusiva e non esclusiva.

Il successo possibile per la nostra società occidentale, andando nella direzione che coniughi uno stile di vita sostenibile con una qualità della vita molto alta risiede in una rivoluzione, che inizia da una visione culturale nuova e diversa della società.

Il 17 maggio a Fabrica la nuova proposta.

Fiorenzo Galli
Nato a Milano nel 1955, Fiorenzo Galli è laureato in Politica Economica e Finanziaria all’Università degli Studi di Milano. Sposato, due figli, ufficiale degli Alpini, ha un passato di imprenditore nel settore elettromeccanico in un’azienda di famiglia. È Direttore Generale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci dal 2001.

Dal 2007 è Professore di Museologia Contemporanea presso l’Università degli Studi di Milano e tiene lezioni, nonché Corsi e Master in altre Università.

A partire dal 1983 ha ricoperto incarichi in Confindustria e in Assolombarda, di cui è stato Presidente dei Giovani Industriali, componente del Comitato di Presidenza, del Consiglio Direttivo, della Giunta e del Collegio dei Probiviri.
È componente del Kuratorium del Deutsches Museum di Monaco di Baviera; del Comitato Nazionale per le celebrazioni del 2019 di Leonardo da Vinci, del MIBACT; del Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica del MIUR e di diversi comitati scientifici.

Partecipa come relatore a numerosi congressi internazionali, ha scritto oltre un centinaio di contributi e articoli sulla cultura scientifica.

Autore del volume “Milano e le sue rotte obbligate – Appunti per una cittadinanza sostenibile” (1° Premio Nazionale Divulgazione Scientifica 2016 -Scienze giuridiche, economiche e sociali) e della sua versione in inglese “Notes on sustainable citizenship”, Edizioni Angelo Guerini e Associati Srl. Ha conseguito numerose benemerenze e riconoscimenti in campo culturale.

Giovedì 17 maggio alle ore 18.30 
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

Fabrica
Via Postioma, 54/F
Catena di Villorba (Tv)
press@fabrica.it