Dal Made in Italy al Made by Italy

Vogliamo aprire l’Italia al mondo e spostare la prospettiva dal dove è fatto al perché si fa.

In un mondo in cui vigono istantaneità ed ubiquità, Fabrica si pone al centro della conversazione attorno al ruolo che una giovane generazione globale di creativi e imprenditori ha nel dare forma al futuro della nostra economia e della nostra società. Fabrica è un punto d’incontro per gli agenti del futuro: il luogo in cui si abbraccia il cambiamento.

Formazione

Crediamo nella forza del genius loci, in una conoscenza geolocalizzata che si basa su e si ispira al contesto che circonda le nostre azioni. L’Italia ha una ricca tradizione culturale ed imprenditoriale ed è il luogo in cui la giovane generazione globale può disegnare il futuro di industrie che rimettano al centro l’essere umano.

Il nostro metodo è dunque il contesto: pensiamo che quando le persone sono immerse in un ambiente che favorisce l'imprenditorialità e stimola la creatività, queste si pongano grandi obiettivi e si sentano pienamente in grado di raggiungerli. Per questo adottiamo un approccio sperimentale e pratico per fare esperienza del presente, creando un costante dibattito e cercando sempre una forte interazione con i leader di pensiero in tutto il mondo per portare una moltitudine di approcci e prospettive.

Cultura

La creatività è l’origine dell'innovazione, ed è proprio dall'intreccio tra tecnologia e scienze umane che le migliori idee prendono forma.

L'Italia ha visto un vasto numero di Rinascimenti nel corso della propria storia e crediamo che il tempo sia maturo per il prossimo. Nuovi progetti d’impresa negli ambiti del design, della moda, dell’agroalimentare, della farmaceutica e, più in generale, del settore manifatturiero possono essere accelerati da un mindset/pensiero globale e digitale: l’Italia è il posto da cui il mondo può trarre ispirazione per questa nuova creatività, ed il mondo è il contesto in cui l'Italia deve mettere in atto il proprio futuro.

Economia

La globalizzazione implica non solo mercati globali, ma anche organizzazioni globali.

Attraverso la contaminazione tra esperienze internazionali e best practice, l'Italia può scoprire e liberare il proprio potenziale di crescita. Come? Investendo in nuovi approcci, anziché riesumando pratiche commerciali autoreferenziali, e focalizzando l'attenzione sul futuro delle industrie piuttosto che degli attori che le popolano.

Società

Crediamo che le nuove generazioni abbiano la grande responsabilità, e la grande opportunità, di costruire il cambiamento verso una società più equa e verso un modo più significativo di fare impresa.

Gli innovatori italiani hanno segnato la storia con le loro creazioni semplici ed eleganti, ed occorre oggi un terreno comune globale per trasferire questo metodo al di là della produzione industriale e verso la politica e la società.