IL LETTERING NEL CINEMA

10/09/2020

Nell’ambito dei Fabrica Creative Labs, il 10 settembre dalle 15:00 alle 16:00 CEST Luca Barcellona, grafico e calligrafo italiano, terrà una lezione online sull’analisi dei diversi lettering mostrando manifesti e copertine di colonne sonore.

Il cinema italiano degli anni ‘60 e ‘70 in particolare, ha avuto non solo grandi compositori prestati alla settima arte, come il compianto Maestro Morricone, ma anche pittori di manifesti che hanno realizzato incredibili capolavori entrati nell’immaginario collettivo, ma i cui nomi sono rimasti pressoché sconosciuti al grande pubblico; alcuni di questi sono realizzati per film famosi, ma a volte risultano addirittura migliori quelli disegnati per i “B Movies”; l’aspetto del lettering, a volte ingiustamente posto in secondo piano, è unico nel suo genere ed è apprezzatissimo anche all’estero, grazie anche alle relative copertine delle colonne sonore. L’incontro sarà dedicato all’analisi dei diversi lettering mostrando manifesti e copertine di colonne sonore dalla collezione personale di Luca Barcellona, che parlerà anche della sua esperienza didattica attraverso i workshop, unici nel suo genere, tenuti sull’argomento negli ultimi anni.
Un’occasione per posare gli occhi dove molti non guardano, e per recuperare, almeno visivamente, questa bellissima tradizione in chiave italiana.

 

Iscrizione obbligatoria su questo link 
Evento gratuito, in inglese
Piattaforma Zoom
In streaming sulla Facebook Fan Page di Fabrica

 

Luca Barcellona è nato nel 1978 e ha iniziato i suoi studi di calligrafia nel 1999. Il suo studio è a Milano, dove lavora come graphic designer freelance e calligrafo. Le lettere sono l’ingrediente principale delle sue creazioni. È membro dell’Associazione Calligrafica Italiana e ha tenuto workshop, mostre, conferenze e spettacoli in tutto il mondo negli ultimi 15 anni, dall’Australia al Brasile, Stati Uniti, Argentina, Giappone e in tutta Europa, portando la sua moderna idea di calligrafia basata sullo studio di forme letterarie antiche classiche combinate con nuovi linguaggi ed espressioni di street writing. Nel suo lavoro coesistono l’antica arte amanuense della scrittura con linguaggi e strumenti dell’era digitale. Le sue lettere sono state richieste dai più importanti marchi mondiali. Oltre a partecipare a numerosi progetti indipendenti, i suoi lavori sono apparsi in molte pubblicazioni. Nel 2012 ha pubblicato il suo primo libro monografico “Take Your Pleasure Seriously” con Lazy Dog Press, la casa editrice di cui è membro. Il suo studio delle lettere lo ha portato a sperimentare dai graffiti alla calligrafia classica, dalla pittura murale di grandi dimensioni alla calligrafia nella realtà virtuale fino alla tipografia e la stampa tipografica.