Italia Innovation Program 2017

Giovani talenti internazionali, docenti e business leader, brand iconici del Made in Italy e tre start-up emergenti.

31 May 2017

75 talenti imprenditoriali provenienti da tutto il mondo, 12 business leader, docenti universitari di fama mondiale e 12 importanti aziende italiane si riuniranno anche quest’anno in Italia per pensare il futuro dell’industria italiana. Innovation Foundries, in partnership con Fabrica, farà incontrare queste menti creative non solo in occasione dell’Italia Innovation Program, ma anche con l’avvio del nuovo Start-up Fellowship Program.

L’Italia Innovation Program, che si terrà dal 19 giugno al 17 luglio 2017, nasce dalla considerazione che sia i giovani talenti con un forte spirito imprenditoriale che le grandi realtà industriali, abbiano una spinta ad innovare per innescare un cambiamento positivo. Il programma mette a sistema l’energia, la creatività e le competenze dei giovani talenti con l’esperienza di leader mondiali. Questi attori metteranno a disposizione le loro competenze e capacità per integrare un approccio incentrato sulla persona (human-centered) al modus operandi di grandi brand italiani che hanno sempre fatto della qualità produttiva il loro punto di forza. Le aziende partner includono: Ermenegildo Zegna, Woolrich International, Tecnica Group, Barilla, De Longhi, Distillerie Nardini, Gruppo Vinicolo Santa Margherita, gruppo illy, Davines, Palazzo Grassi e Punta Della Dogana.

“Abbattendo la barriera tra giovani menti e personalità già affermate, l’Italia Innovation Program rappresenta una piattaforma collaborativa che incoraggia il rischio dell’innovazione. La fiducia che le aziende ripongono nei giovani talenti imprenditoriali crea le basi per un’esperienza straordinaria per i nostri studenti, permettendo loro di affinare le proprie doti creative. Dal canto loro, le aziende hanno la possibilità di imparare nuove metodologie progettuali ed hanno modo di vedere problemi ed opportunità da una prospettiva differente. Siamo davvero orgogliosi di aggiungere nuovi talenti al nostro network internazionale così appassionato al futuro dell’Italia.”, affermano Carlotta Borruto e Marco Mari, fondatori di Innovation Foundries e dell’Italia Innovation Program.

“Dal 1994 Fabrica facilita il dialogo tra persone, settori artistici e forme d’espressione. Lingue, esperienze e background culturali diversi si riuniscono per confrontarsi e sviluppare progetti unici dall’approccio disciplinare trasversale. Siamo quindi felici di essere partner di Innovation Foundries per mettere a disposizione di quest’impostante iniziativa i nostri 23 anni d’esperienza ed eredità culturale”, afferma Carlo Tunioli, Presidente e Amministratore Delegato di Fabrica.

A partire dall’idea che i giovani talenti possano venire in Italia per dare un’accelerazione all’industria Italiana, 14 ricercatori passeranno 10 settimane in cui coltiveranno progetti di impresa indipendenti. Due start-up fondate nella Silicon Valley in California hanno scelto di venire in Italia quest’estate per la speciale opportunità di instillare nei loro prodotti i valori e le qualità della manifattura italiana e beneficiare dalla contaminazione con la comunità di innovatori di Innovation Foundries. Söm, guidato da Eesha Choudhari, studentessa della Stanford University, costruirà una piattaforma di educazione al mondo del vino per le generazioni. Rossi & Rei, fondato da Elisa Rossi, creerà invece un marketplace digitale per i prodotti di lusso creati dai migliori artigiani italiani con una spiccata personalizzazione. Il terzo gruppo di ricercatori si focalizzerà invece sull’industria alimentare per sviluppare un modello di prototipazione veloce per la creazione di nuovi prodotti.

Per fornire agli studenti tutti gli strumenti per sviluppare i loro progetti, l’Italia Innovation Program vedrà la partecipazione di rinomati professori e business leader, che si alterneranno in workshop, lezioni e sessioni one-to-one, con un approccio fortemente interdisciplinare. Il gruppo include Vincent Stanley (Patagonia), Jake Knapp (Google Ventures), Bill Burnett (Stanford d.School), John Bruce (Parsons School of Design), Robert Jackson (Columbia Law School), David Schonthal (Kellogg School of Management), Sam Potolicchio (Georgetown University), Steward Thornhill (Michigan Ross School of Business), Cynthia Benjamin (Stanford University), Peter Boatwright (Carnegie Mellon Tepper School of Business), Liat Aaronson (IDC Herzliya) e Mitch Sinclair (IDEO).

I partecipanti dell’edizione 2017 sono stati selezionati tra circa 1.000 candidature giunte da più di 68 Paesi, formando una classe interdisciplinare e variegata, con un background diversificato ed una vasta gamma di precedenti esperienze professionali, tutti asset strategici per il futuro delle industrie italiane. Gli studenti provengono dalle più importanti università del mondo quali Stanford, Harvard, Columbia, Georgetown, UC Berkeley, University of Pennsylvania, University of Chicago, Science Po, Aalto University, Parsons School of Design, Indian Institute of Technology, e molte altre.

Per il secondo anno consecutivo il programma avrà luogo a Fabrica, rinnovando una collaborazione che alimenta la creatività creando delle opportunità di dialogo tra talenti.

Altre news