Meet a Fabricante #42 – Myungsik Jang

12 January 2018

Jang viene dalla Corea, fa parte del nostro team di Design e ama le zuppe piccanti che cucina suo padre e le linguine alle vongole.

Per saperne di più su di lui, leggete l’intervista qui sotto!

 

Puoi descriverci in non più di 30 parole chi sei e cosa fai?
Sono di Seul. Potete chiamarmi Jang. Cerco di essere una persona dalla mente aperta. Alla fine, penso che sarò un grande narratore di storie.
Cosa ti aspetti dal tuo anno a Fabrica?
Prima di candidarmi, pensavo  “se riesco ad essere ammesso, trascorrerò l’anno più indimenticabile della mia vita”. Ora che sono qui, incontro più persone, parlo, esploro, lavoro, mangio, bevo di più.
Da cosa trai ispirazione?
I membri della mia famiglia sono ciò che mi ispira di più. Abbiamo vissuto assieme e ho imparato da loro fin da quando sono nato. Siamo l’uno lo specchio dell’altro. Specialmente i movimenti senza sosta del mio nipotino di due anni sono fonte d’ispirazione. Ora che sono lontano da loro per un lungo periodo, continuando ad ispirarmi, ma in modo diverso.
Qual è il migliore consiglio che ti è mai stato dato?
“Tutto cambia”. Questo è il consiglio che mi ha dato un Monaco quando ero soldato. Ed è vero. Le mie idee, le tue idee, le nostre relazioni, situazioni, perfino la nostra creatività, tutto cambia in ogni momento. Questo consiglio mi fa sentire rilassato.
Cosa ti manca del tuo Paese e cosa ti piace dell’Italia?
A mio padre piace cucinare. Le sue zuppe coreane piccanti sono sempre perfette! Mi mancano i suoi piatti. Ma ora mi sono appassionato di pasta (soprattutto linguine alle vongole) e di gelato al pistacchio.