#standup4humanrights

26/08/2019

Due mani nel filo spinato, un uomo nelle tenebre dell’esilio, braccia spalancate che assaporano la libertà, sono alcune delle immagini protagoniste di #STANDUP4HUMANRIGHTS, la nuova campagna di comunicazione sui diritti umani di Imago Mundi, il progetto non profit, democratico e globale di Luciano Benetton che ha aderito all’appello dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani.

Ideata da Fabrica, con la direzione creativa di Oliviero Toscani, la campagna è composta da tre argomenti chiave, ognuno dei quali combina un articolo della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e tre opere degli artisti di Imago Mundi – dal Gabon all’Armenia, dall’Australia all’Islanda – a testimoniare come l’arte possa guardare a nuovi orizzonti, in nome dell’incontro e della libertà di espressione e per ricordarci che ognuno di noi ha una responsabilità e un ruolo nella difesa dei diritti dell’uomo.

Art. 4 “Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù”
“Freed slaves, the starting point, the statute of freedom” di Celestin Moungonga, 2014, Gabon
“Freedom” di Soffia Saemndsdóttir, 2013, Islanda
“Slave” di Al-Monjur Elahi, 2015, Bangladesh

Art. 5 “Nessun individuo potrà essere sottoposto a tortura”
“Tortures” di Serge Mikpon Alias Aston, 2014, Benin
“Domestic violence” di Egidio Feinasse Machavane, 2013, Mozambico
“Untitled” di Dave Kinsey, 2013, Stati Uniti d’America

Art. 9 “Nessun individuo potrà essere arbitrariamente arrestato”
“Freedom and peace for all in Africa” di Venâncio Tomás Pereira (Veny Thomas), 2014, Angola
“Freedom” di Armen Lorenc, 2014, Armenia
“Exile” di Susan Wald, 2015, Australia

 

Imago Mundi è la collezione di Arte contemporanea formata da migliaia di opere che Luciano Benetton ha commissionato e raccolto nei suoi viaggi nel mondo, coinvolgendo, in modo volontario e senza fini di lucro, artisti affermati ed emergenti di differenti Paesi, che hanno realizzato ciascuno un’opera con l’unico vincolo del formato 10×12 centimetri. Fino ad ora hanno partecipato al progetto più di 25.000 artisti da oltre 155 Paesi, regioni e popoli.
Sotto l’egida della Fondazione Benetton Studi Ricerche, Imago Mundi è un progetto democratico, collettivo e globale che guarda ai nuovi orizzonti in nome dell’incontro e della convivenza delle diversità espressive, per realizzare una catalogazione – delle poetiche e dei linguaggi, come delle opere – diversa da quella consueta, museale, di tendenza o di mercato che sia.

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani è la principale entità delle Nazioni Unite che si occupa di promuovere e proteggere i diritti umani di tutte le persone. Sotto la guida dell’Alto Commissario, con uno staff di 1.300 persone che lavorano in più di 70 paesi, mira a rendere il rispetto per i diritti umani una realtà nella vita delle persone in tutto il mondo.